Rullo o Pennello? Come dipingere casa e Quali le differenze

rullo o pennello

Nel momento in cui ci apprestiamo a pitturare casa, non è sufficiente solamente scegliere il colore delle pareti ma occorre innanzitutto capire come pitturare casa, ossia di quale strumento avvalersi. La scelta da fare è tra rullo o pennello.

Generalmente i più esperti preferiscono la pittura a pennello (la cosiddetta pennellessa) mentre invece chi è alle prime armi si affida al rullo. In realtà, ognuno di questi attrezzi ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi, e la scelta riflette quello che poi sarà il risultato finale della pittura.

Vediamo insieme come pitturare con il rullo e come pitturare con il pennello.

Rullo o Pennello? Come Pitturare con il Pennello

come pitturare con il pennelloPitturare con il pennello consente una maggiore precisione e il suo utilizzo è indicato soprattutto per la tinteggiatura del soffitto. Rispetto alla pittura con rullo, a cambiare è innanzitutto la finitura: estremamente liscia con la pennellessa, leggermente ruvida con il rullo. Inoltre, per pitturare piccoli spazi o angoli difficili è senza dubbio necessario il pennello.

Rullo o Pennello? Come Pitturare con il Rullo

come pitturare con il rulloLa scelta del rullo per pitturare casa è legata prima di tutto alla finitura che si desidera ottenere. Sul mercato si trovano diverse tipologie di rullo, che possono essere a nido d’ape, increspato, di tela.

Solitamente la pittura a rullo è preferita dai principianti perché più semplice da realizzare e, soprattutto se si usa un rullo automatico con serbatoio incorporato, limita il pericolo di sgocciolamenti e schizzi di vernice.

Ma come dipingere con il rullo? È fondamentale cominciare sempre dal soffitto. In seguito, con l’aiuto di un pennello, si prosegue con la pittura delle bordature e infine si tinteggiano le pareti. Il rullo deve essere passato dall’alto verso il basso, con un movimento lento e sovrapponendo ogni passata a quella precedente in modo tale da distendere il colore in maniera uniforme.

Vedi anche  Come posare la Carta da Parati

Esistono poi rulli decorativi che consentono di ottenere pareti con effetto velato. Questi rulli servono a coprire solo parzialmente una tinteggiatura già data precedentemente, creando dunque un effetto di trasparenza tra due tonalità. In base alla grana del rullo, la sovrapposizione dei due colori sarà maggiore o minore. Tra i rulli decorativi maggiormente utilizzati troviamo:

  • rullo a frange
  • rullo increspato
  • rullo bombato

Quindi il pennello consente di ottenere un lavoro più preciso, ma di contro deve essere utilizzato da una mano esperta. Il rullo invece è utile per i meno esperti e per coloro che non hanno molto tempo a disposizione per tinteggiare le pareti.

Con il rullo o pennello si possono inoltre ottenere delle decorazioni particolari. Con il pennello ad esempio possiamo ottenere una pittura velata, striata o graffiata; con il rullo invece possiamo creare delle strisce di diverso colore.

Se vuoi l’aiuto di esperti del settore contattaci per un preventivo gratuito!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>