Togliere Carta da Parati e Tinteggiare

Togliere Carta da Parati e Tinteggiare per Rinnovare gli Ambienti

togliere carta da parati e tinteggiare La carta da parati è tornata di moda negli ultimi anni. Si tratta di un modo per decorare con stile classico la propria abitazione, ma non solo.
Oggi infatti esistono in commercio tantissime varietà di carta da parati, alcune delle quali molto di design e perfette per ambienti alla moda e tecnologici. Ma se ad un certo punto decidi di eliminarla, come devi togliere la carta da parati e tinteggiare di nuovo la stanza?

Ecco qualche consiglio e il procedimento dettagliato su come levare la carta da parati senza lasciarne alcuna traccia, in modo tale da dipingere nuovamente le pareti.

Togliere Carta da Parati e Tinteggiare: Come Procedere

come levare la carta da parati Alcuni potrebbero pensare di non togliere la tappezzeria e di dipingere direttamente sopra la vecchia carta da parati: una cosa assolutamente da evitare! Il risultato finale sarebbe davvero disastroso; il colore infatti potrebbe non aderire bene alla tappezzeria e certamente non potrai creare nessun effetto di pittura particolare.

Vediamo quindi insieme le fasi su come togliere la carta da parati:

  • Prima di tutto devi creare dei fori sulla carta. Buca quindi alcune parti della tappezzeria aiutandoti con un raschietto oppure una spazzola.
  • Adesso bisogna bagnare la carta da parati, in modo da agevolare il distacco dalla colla. Con l’aiuto di una spugna imbevuta di acqua calda e adesivo per pareti procedi bagnando tutta la superficie. A lavoro concluso, la carta si sarà ammorbidita.
  • Utilizzando un raschietto togli tutta la tappezzeria. Questo lavoro sarà molto semplice una volta bagnata la carta. Non bisogna spingere troppo con il raschietto, si rischia infatti di rovinare la base, soprattutto se si tratta di pannelli in cartongesso. Se la carta non viene via, puoi bagnarla di nuovo e agevolare l’eliminazione
  • Tolta tutta la carta da parati, non ti resta che lavare tutte le pareti con acqua calda e poca dose di detergente liquido.

Una nuova Pittura

togliere tappezzeria A questo punto, una volta finito il procedimento per togliere la tappezzeria e pulito tutte le pareti, non ti resta che scegliere una vernice e una tecnica particolare per le tue pareti.

Scopri di più sulle tecniche di pittura per pareti interne!

Togliere Fuliggine dai Muri

Togliere Fuliggine dai Muri: Quando Farlo

togliere fuliggine dai muri Togliere la fuliggine dai muri non è un lavoro molto difficile, tuttavia deve essere fatto per tempo, per evitare di rovinare i colori e gli effetti delle tinteggiature.

In particolare, il problema della fuliggine si pone naturalmente per la parete o le pareti sulle quali è stato posizionato il camino, ma non solo. Infatti questo problema si può presentare anche a seguito di un incendio.

Vediamo insieme i passaggi fondamentali per pulire la fuliggine dai muri. Ti ricordiamo che in caso di gravi incendi è bene rivolgerti naturalmente a esperti imbianchini. In questo caso infatti bisognerà rifare completamente l’imbiancatura delle pareti.

Togliere Fuliggine dai Muri: Procedimento

pulire fuliggine muri Ecco il procedimento passo passo per pulire la fuliggine dai muri del camino:

  • Innanzitutto, la prima cosa da fare è prepararsi bene alla pulizia del muro o dei muri, indossando una mascherina e dei guanti. La fuliggine infatti è molto fastidiosa, non bisogna inalarla e bisogna evitare di non sporcarsi le mani.
  • Una volta indossato tutto l’occorrente per evitare il contatto diretto con la fuliggine, occorre aprire tutte le finestre, in modo da far circolare l’aria e evitare di respirare lo sporco prodotto dal camino.
  • A questo punto non resta che sgomberare la parete del camino, in modo da avere piena libertà di spazio per la pulizia.
  • Per evitare di sporcare tutto, è bene proteggere le pareti vicine non sporcate dalla fuliggine, il battiscopa, il pavimento e le finestre.
  • Ora si passa alla pulizia vera e propria dei muri: utilizzando una spugna in lattice vulcanizzato, muoviti dall’alto verso il basso, come se stessi creando delle linee verticali, una dietro l’altra.
  • Utilizza i lati ancora puliti della spugna quando vedi che si sporca; questa particolare spugna infatti non va sciacquata!
  • Una volta levato il grosso della fuliggine grazie a questa particolare spugna, utilizza una spugna normale e un detergente sgrassante diluito con acqua per il tocco finale.
  • Con un asciugamano asciuga tutta la parete, tamponando delicatamente, per evitare di rovinare il colore.

Togliere Fuliggine dai Muri: Altri Consigli

pulire fuliggine dopo incendio Ci sono dei modi per evitare di far depositare la fuliggine sui muri, ad esempio procedendo con una pittura antifumo.

Per questa e altre soluzioni ci sono i nostri esperti di Imbianchino Roma! Contattaci per un sopralluogo gratuito!

Pitture Classiche per Interni

Pitture Classiche per Interni: Fascino Intramontabile

pitture classiche per interni roma Le pitture classiche per interni sono una scelta che di certo ha sempre un certo fascino e che conquista anche chi, per la propria casa, ha scelto uno stile differente.

Il richiamo ai tempi passati, la sobrietà mista a un potere quasi magico, al comfort, rendono questa soluzione molto amata da molti appassionati del genere. Non a caso pitturare una casa classica è una delle scelte più importanti che si fanno in termini di arredamento e per questo motivo è bene farsi assistere e consigliare da un’azienda specializzata nel settore e con diversi anni di esperienza alle spalle.

Per la pittura classica per interni occorre servirsi di tecniche ben specifiche e anche i colori devono essere in perfetta sintonia con lo stile. Non è bene, ad esempio, utilizzare una tecnica classica insieme ad un colore che di classico non ha proprio nulla.

 

Pitture classiche per Interni: Importanza dei Colori

pittura classica per interni Abbiamo detto che nel pitturare una casa classica la prima cosa da tenere in fortissima considerazione sono i colori che si andranno ad utilizzare.

Questi hanno un’importanza rilevante, imprescindibile per donare al tutto il gusto classico che, con altri tipi di colore, verrebbe completamente a mancare. Nella pittura classica per interni, in linea generale, si predilige sempre l’utilizzo di ogni sfumatura che sia chiara e calda.

Si parla di colori come il marrone, il giallo, l’arancione e il rosso. Certo colori spesso non semplici da abbinare e ai quali bisogna associare il giusto arredamento. Si può aggiungere, poi, anche il classico bianco in tutte le sue varianti, anche quelle leggermente più opache.

Scegliere un colore troppo brillante e lucido, infatti, non è una grande idea. Anche il color tortora e il beige sono delle varianti molto utilizzate nella pittura classica per interni e insieme al giallo rappresentano la triade perfetta quando si desidera pitturare il proprio soggiorno in questo stile.

Altro accorgimento importante, che l’azienda specializzata conosce bene e riserva a tutti i suoi clienti, è quello di pitturare con il colore scelto solo le pareti laterali lasciando, nel pieno rispetto dello stile classico, il soffitto di un bel bianco candido.

 

Pitture Classiche per Interni: Tecniche più Utilizzate

pitturare casa classica Per pitturare una casa classica, la tecnica sicuramente più utilizzata è quella della velatura. Come si intuisce dal nome, utilizzando questo procedimento, l’azienda realizzerà le pareti con un effetto velato che otterrà utilizzando quelli che sono gli strumenti tipici del mestiere, quale il pannello o una spugna, a seconda della velatura che si vuole ottenere.

Dopo aver scelto pitture classiche per interni si può anche optare per quelle cosiddette damascate. In questo modo si dona maggiore luminosità alle pareti senza tralasciare il senso di profondità, importante soprattutto nelle stanze dalle dimensioni più piccole.

Non esiste, poi, stanza pitturata in stile classico che non sia impreziosita da decori in gesso.

Pitture Classiche per Interni: Scegli Imbianchino Roma

Gli esperti di Imbianchino Roma sapranno decorare la tua casa in perfetto stile, realizzando una pittura classica per interni oppure utilizzando materiali innovativi per decorazioni all’avanguardia.

Contattaci per un preventivo gratuito!

Caminetti Colorati

Caminetti Colorati: Attenzione alla Vernice

caminetto colorato I caminetti colorati sono un modo per dare design al tuo ambiente, che sia una cucina, un soggiorno o una camera da letto.

Spesso si tende a trascurare il proprio camino, ma la pittura per caminetti è uno dei tanti modi che consentono di personalizzare questo spazio.

Con un colore in particolare e una tecnica di tinteggiatura specifica, potrai trasformare il tuo soggiorno in un luogo ancora più accogliente e di design.

Prima di decidere il tipo di colore occorre precisare che la vernice deve essere adatta, soprattutto deve resistere alle alte temperature prodotte dal camino, come ad esempio le resine sintetiche.

Una volta stabilito il tipo di vernice da applicare, occorre pensare al colore. Vediamo qualche esempio!

Caminetti Colorati: Idee e Consigli

camino colorato Si può colorare solo la cappa del camino oppure tutta la parete nella quale è collocato. Dipingere con un diverso colore il camino, rispetto al resto della stanza, consente di mettere in risalto la struttura.

I toni caldi donano una sensazione di benessere, di calore e di accoglienza, sono quindi perfetti per un soggiorno e soprattutto per decorare il proprio camino: rosso, giallo, arancione e marrone più di altri.

Il bianco è un colore da tenere sempre in considerazione, dona infatti una maggiore luminosità all’ambiente e dà un senso di purezza, di eleganza e di tranquillità.

Ma perché non osare invece con colori più accesi? Ad esempio, il blu e il viola. Attenzione però, in questo caso consigliamo di dipingere solamente la parete del camino. Una stanza tutta blu o tutta viola, in generale con un colore molto acceso e scuro, potrebbe stancare con il passare del tempo.

pittura per caminetti Se hai una cornice che decora il camino, puoi scegliere di tinteggiare solo questa.

 

Vuoi un consiglio per dipingere il tuo camino? Contatta i nostri esperti di Imbianchino Roma per maggiori informazioni e trasforma con noi la tua casa!

Pitturare il Parquet

Pitturare il Parquet: Perché Verniciare il Parquet?

verniciare parquet Pitturare il parquet è una di quelle attività per meglio conservare il pavimento in legno e soprattutto donare nuova lucentezza e resistenza al parquet.

Il pavimento con il parquet è da sempre utilizzato e scelto dai clienti, per via della bellezza intramontabile del materiale. Può essere applicato in qualsiasi stanza della casa, donando eleganza e stile al tuo appartamento.

Il parquet tuttavia ha bisogno di un’attenzione costante, una manutenzione perenne per mantenere intatto il legno e evitare la formazione di abrasioni, graffi, opacità.

Verniciare il parquet vuol dire rimetterlo a nuovo, donare nuova lucentezza e proteggerlo dalle abrasioni future.

Generalmente si effettua già una verniciatura del parquet dopo l’installazione del pavimento in legno

Tuttavia è un’operazione che bisogna fare anche dopo un certo periodo dall’installazione, soprattutto se notiamo i primi segni di graffi e opacità del legno

Ecco i passaggi fondamentali per la pittura del parquet.

 

Pitturare il Parquet: Passaggi Fondamentali

verniciatura parquetEcco il procedimento, in poche mosse, per verniciare il parquet:

  • Bisogna prima di tutto pulire il parquet, rimuovere lo sporco e l’unto, lavare e asciugare il pavimento in legno
  • Se il parquet presenza graffi e abrasioni è necessario eliminare questi difetti prima di passare la mano di vernice
  • Ora bisogna levigare tutta la superficie del pavimento con l’aiuto della carta vetrata
  • Una volta pulito il pavimento e tolto ogni traccia di imperfezioni, si passa alla verniciatura del parquet con apposite vernici per il legno
  • La vernice può essere stesa con l’utilizzo di una macchina o con un pennello; per una maggiore presa, è necessaria una doppia mano

 

Pitturare il Parquet con Imbianchino Roma

Noi di Imbianchino Roma ristrutturiamo il tuo pavimento in parquet, levigando, lucidando, pitturando il legno.

Questo lavoro infatti richiede la mano di un esperto; se non ti rivolgi ad un professionista rischi di rovinare, anche irrimediabilmente, il tuo parquet.

Non rischiare, contattaci per un preventivo gratuito e senza impegno! Pitturiamo il tuo parquet e levighiamo il pavimento per un risultato perfetto!

Abbinamento Colori Pareti Interne

Abbinamento Colori Pareti: Come Scegliere il Colore giusto?

abbinamento colori paretiL’abbinamento dei colori per le pareti interne è molto importante. Una semplice tinteggiatura può trasformare le stanze della tua casa.

Ma come scegliere il colore giusto? Bisogna prima di tutto pensare all’arredamento e allo stile della casa.

Il colore inoltre varia a seconda della stanza; la cucina dovrà avere una tonalità diversa dal bagno o dal soggiorno.

Generalmente in cucina si preferisce utilizzare una tonalità di colore molto chiara, tendente al bianco. Questo per un motivo molto pratico: la cucina è una delle stanze più utilizzate; un colore troppo forte, una tonalità troppo scura potrebbero stancare con il trascorrere del tempo.

In bagno si preferiscono colori tendenti al verde, sempre di una tonalità chiara.

Negli studi o negli uffici invece è bene scegliere un colore rilassante, magari una tonalità di grigio non troppo invasiva. Il colore chiaro rilassa e mantiene la concentrazione.

Per la camera da letto scegliamo invece dei colori tendenti all’azzurro o al verde.

Ovviamente possiamo utilizzare più di un colore per la stanza. Molto di moda è dipingere una sola parete della stanza.

I colori inoltre consentono di mascherare dei problemi delle stanze, ad esempio delle imperfezioni circa la larghezza o l’altezza delle pareti. Vediamo insieme qualche trucco!

Continua “Abbinamento Colori Pareti Interne” »

Pitturare casa: ecco semplici idee per rinnovare gli spazi

Una cosa è certa: la primavera è, senza alcun dubbio, il periodo migliore per pitturare casa e donarle un tocco di freschezza. Ma come fare a rinnovare gli spazi in maniera semplice e poco impegnativa? A dispetto di quanto si possa immaginare, le alternative a disposizione sono moltissime e, dunque, a chi ha intenzione di ristrutturare casa a Roma non resta altro da fare che rimboccarsi le maniche e mettersi a lavoro.

Colori e altre idee originali per pitturare casa

pitturare pareti casa

Innanzitutto, è utile tenere conto del fatto che la cosa più importante da fare consiste nel puntare tutto sui colori. Ridipingere le pareti di un ambiente significa, infatti, riuscire a rendere qualsiasi genere di stanza un luogo nuovo e di sicuro diverso dal passato. La cosa migliore da fare sarebbe quella di abolire il bianco classico, lasciando spazio a pareti con colori accesi.

Una soluzione originale ma molto divertente è anche quella di dipingere una sola parete in maniera diversa dalle altre. In questo modo, il look dell’ambiente darà a dir poco intrigante. Chi volesse rendere una o più stanze ancora più briose potrebbe addirittura optare per la versione bicolore. Questa è, senza alcun dubbio, una versione più sofisticata della precedente che, tra le altre cose, potrebbe agevolare non poco gli abbinamenti.

Ideale per gli spazi piccoli sono, poi, le note di colore che servono per realizzare porte dipinte. In questo modo, si avrà la sensazione di percepire due diversi spazi nella medesima stanza.

Arredamenti ed oggetti particolari

Pitturare casa: ecco semplici idee per rinnovare gli spaziSe si ha davvero intenzione di rinfrescare la propria casa, la cosa più importante da fare è quella di partire dalle piccole cose. Ad esempio, in cucina si potrebbe predisporre una piccola lavagna su cui appuntare ricette, ingredienti e ogni altro genere di cosa utile quando si è alle prese con i fornelli. La lavagna in questione potrebbe essere appesa in una parete rigorosamente colorata in maniera diversa dalle altre. Gli elementi d’arredo, poi, possono essere rivoluzionati non solo in cucina.

Un’idea originale potrebbe essere, ad esempio, quella di utilizzare mobili realizzati in materiale riciclato che, oltre ad essere chic, sono anche molto pratici e, soprattutto, ecocompatibili e facilmente pitturabili, andando alla ricerca di abbinamenti o contrasti con il colore scelto per le pareti. A tale riguardo, è bene tenere conto del fatto che la cosa migliore da fare è quella di cercare di non esagerare e di mantenere sempre un profilo slow attraverso il quale riuscire a rendere ogni genere di ambiente fresco, divertente e molto accogliente.

Insomma, di idee per rinnovare la propria casa in maniera semplice ed efficace e partendo dalle pareti non mancano. A questo punto, non resta altro da fare che dare libero sfogo alla propria fantasia e mettersi all’opera.

Attrezzatura Imbianchino

Attrezzatura Imbianchino Indispensabile

attrezzatura imbianchinoQual è l’attrezzatura per imbianchino necessaria per dipingere casa? Scopriamo insieme gli attrezzi per imbianchino fondamentali, quelli senza i quali non è possibile verniciare al meglio le pareti della nostra casa.

Teli di Nylon

I teli sono fondamentali per ricoprire pavimenti, mobili e elementi che non si possono staccare dalle pareti (tipo i condizionatori, un camino, una stufa). La loro applicazione è il primo step per la preparazione del muro per la pittura.

Con il telo possiamo proteggere non solo arredi e strutture ma anche le prese della corrente (attenzione: quando si imbianca una stanza occorre staccare la corrente)

Nastro Adesivo

Come fermiamo i teli di nylon? Semplice, con del nastro adesivo!

Spugna Sintetica/Naturale

La spugna serve per pulire le pareti dallo sporco depositato sul muro e da quello prodotto dalla rasatura e stuccatura. Si può utilizzare una spugna sintetica oppure naturale

Continua “Attrezzatura Imbianchino” »

Rullo o Pennello? Come dipingere casa e Quali le differenze

rullo o pennello

Nel momento in cui ci apprestiamo a pitturare casa, non è sufficiente solamente scegliere il colore delle pareti ma occorre innanzitutto capire come pitturare casa, ossia di quale strumento avvalersi. La scelta da fare è tra rullo o pennello.

Generalmente i più esperti preferiscono la pittura a pennello (la cosiddetta pennellessa) mentre invece chi è alle prime armi si affida al rullo. In realtà, ognuno di questi attrezzi ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi, e la scelta riflette quello che poi sarà il risultato finale della pittura.

Vediamo insieme come pitturare con il rullo e come pitturare con il pennello.

Rullo o Pennello? Come Pitturare con il Pennello

come pitturare con il pennelloPitturare con il pennello consente una maggiore precisione e il suo utilizzo è indicato soprattutto per la tinteggiatura del soffitto. Rispetto alla pittura con rullo, a cambiare è innanzitutto la finitura: estremamente liscia con la pennellessa, leggermente ruvida con il rullo. Inoltre, per pitturare piccoli spazi o angoli difficili è senza dubbio necessario il pennello.

Continua “Rullo o Pennello? Come dipingere casa e Quali le differenze” »